Cenacolo del Monte Verità 2019

Cenacolo del Monte Verità 2019

Inaugurato in occasione della prima edizione degli Eventi letterari, il Cenacolo si propone di portare lo spirito originale del Monte Verità in un workshop sui generis, coinvolgendo ogni anno un gruppo di giovani scrittori provenienti dalle differenti regioni linguistiche della Svizzera. In un’epoca in cui tra i valori massimi vi è quello della produzione, dell’accumulo del fare e dell’apparire, in cui il tempo del pensiero è sempre più sacrificato a unico beneficio del tempo dell’azione, si è infatti voluti tornare alla possibilità di incontrarsi a discutere, riflettere, dibattere, scambiarsi opinioni e punti di vista, senza la necessità né la pressione di produrre qualcosa. Il segno più tangibile di questo progetto è quindi sempre quello poco materiale ma molto concreto di uno scambio, di un modo diverso di guardare la stessa cosa: la pratica della scrittura.

CONCORSO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO CENACOLO DEL MONTE VERITÀ 2019

SULLE SPALLE DEI GIGANTI
Eventi letterari Monte Verità è un festival dedicato alla letteratura, promosso e organizzato dall'Associazione Eventi letterari Monte Verità con la direzione artistica di Paolo Di Stefano e la consulenza di Joachim Sartorius e Karin Graf.

Una ventina di personalità internazionali e nazionali parleranno dei lavori in corso e dialogheranno con il pubblico durante gli incontri, che quest’anno saranno centrati sul rapporto con la tradizione, i maestri, i classici: da qui il titolo della rassegna «Sulle spalle dei giganti».

Gli incontri si svolgono al Monte Verità di Ascona, al Teatro del Gatto di Ascona e al PalaCinema di Locarno. Per lo più gli incontri si tengono nella lingua dell’autore con traduzione simultanea in italiano e/o tedesco e/o francese.

PROGETTO CENACOLO
Incontri e scambi tra generazioni e creazione di una Comunità
Il Cenacolo è un’iniziativa avviata sin dalla prima edizione degli Eventi letterari, che come progetto pilota ha riscosso subito interesse e successo per l’originalità della formula. A partire da quest’anno inoltre gli Eventi si avvalgono della collaborazione dell’Università della Svizzera italiana.

Il Monte Verità, che accoglie la manifestazione, ha certamente segnato la storia della cultura europea contemporanea. Nei primi anni del '900, infatti, grazie alle sue attività seminariali e le residenze artistiche, questo luogo ha creato e accolto una comunità in cui le riflessioni e i dibattiti, gli incontri e gli scambi di pensiero hanno trovato spazio ed espressione. Negli anni, il Monte Verità ha così ospitato personalità eterogenee, alcune delle quali già note, altre che invece hanno consolidato, con le loro scelte esistenziali e civili, una prospettiva utopica e libertaria. Grazie al Monte Verità, crocevia di persone, di pratiche e di pensieri, si sono sviluppati importanti progetti e si è alimentata la creatività di molti artisti.

Su questi presupposti gli Eventi letterari hanno voluto proporre un progetto che coinvolgesse giovani scrittori, creando l’occasione per metterli in ascolto e in rapporto diretto con i “maestri” presenti nei giorni della manifestazione.

In un’epoca che punta sulla produzione materiale, sul mercato, sull’apparire e che sacrifica sempre più il tempo del pensiero e della contemplazione creativa, si è voluto proporre uno spazio in cui fosse possibile ricreare quel clima di scambio e di ascolto tra artisti che è nella tradizione del Monte Verità.

L’ESPERIENZA 2018
Il tema della scorsa edizione del festival era l’utopia della natura, fil rouge lungo il quale si sono sviluppate anche le riflessioni dei giovani autori partecipanti al progetto Cenacolo. A seguito di quell'esperienza Tommaso Giacobini, protagonista del Cenacolo della scorsa edizione, ha sintetizzato così il loro lavoro:

La letteratura, così come tutta l'arte, è ricca di esempi di giovani aspiranti che si rivolgono ad un maestro in cerca di supporto e insegnamento. Questa consuetudine è andata un po' perduta, la società odierna richiede certificati scolastici, curriculum vitae e attestati d'ogni forma e colore e il rapporto vivo ed umano tra allievo e maestro è diventato raro. Il Cenacolo è stato per me una di quelle rare opportunità. Poter scambiare una stretta di mano, due parole e un sorriso con coloro che il mestiere ormai ce l'hanno nelle ossa mi ha insegnato molto. Il mestiere dell'artista è piuttosto solitario, in continua lotta tra desiderio e timore. Condividere è essenziale.

OFFRIAMO
Su queste basi, gli Eventi offrono, durante le giornate del festival in cui saranno presenti personalità ed ospiti provenienti da ogni parte del mondo, uno spazio privilegiato a una decina di giovani autrici e autori svizzeri o residenti in Svizzera che saranno assistiti dall’accompagnatore del progetto Sebastiano Marvin, operatore culturale e partecipante nell'edizione 2015 del Cenacolo. Il mentore, che seguirà i partecipanti durante gli Eventi letterari sollecitandoli e rispondendo alle loro domande, è la scrittrice e poetessa Prisca Agustoni, studiosa plurilingue, traduttrice e insegnante universitaria in Brasile.

I giovani partecipanti avranno la possibilità di trascorrere quattro giorni dall’11 al 14 aprile 2019 (tre notti), ospiti del festival (alloggio, vitto e rimborso delle spese di viaggio) e di seguire gli incontri in programma e le discussioni del Cenacolo, ma anche di vivere momenti informali e liberi, come quelli che nascono davanti a un caffè o a un bicchiere di vino.

CHIEDIAMO
Ai partecipanti si richiede di contribuire alle giornate con la loro curiosità e la voglia di dialogare con altri scrittori e scrittrici, nonché il desiderio di mettersi in gioco riflettendo sulla propria pratica di scrittura. Non avranno obblighi particolari, se non quello di incontrarsi quotidianamente per un esercizio collettivo di riflessione e conversazione, che verrà coordinato dalla mentore e da Sebastiano Marvin. Dopo la fine dell'esperienza, richiediamo agli autori del Cenacolo di scrivere una propria breve considerazione personale, come bilancio delle giornate trascorse al Monte Verità. Il testo va inviato agli organizzatori nelle settimane successive.

INCONTRO DI PRESENTAZIONE DEL CENACOLO
Parte integrante del progetto Cenacolo è un incontro dei partecipanti con un gruppo di allievi del Liceo Cantonale di Locarno nella forma di un reading collettivo, che si terrà venerdì 12 aprile 2019 alle 10:00 e al quale parteciperà anche la mentore, Prisca Agustoni. Ad ognuno dei giovani autori è offerta la possibilità di presentare la propria opera o un proprio testo della durata di tre/quattro minuti.

PARTECIPARE
Possono partecipare tutti gli interessati di nazionalità svizzera oppure residenti in Svizzera, età massima di 35 anni e con al loro attivo un massimo di due pubblicazioni (ISBN).

Le richieste di partecipazione, corredate da breve biografiabibliografia e da un testo di motivazione ed intenzioni per la partecipazione dovranno essere inviate entro il 25 febbraio 2019 a Nora Bianchi al seguente indirizzo: cenacolo@eventiletterari.swiss.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattare Nora Bianchi: cenacolo@eventiletterari.swiss / 079 811 75 56

CRITERI DI SELEZIONE
La selezione degli autori sarà effettuata dagli Eventi letterari, in collaborazione con la redazione della rivista letteraria Svizzera "Viceversa Letteratura". Verranno considerate le motivazioni e le intenzioni con le quali ciascun interessato chiede di partecipare al progetto Cenacolo e la sua biografia e bibliografia.

La conferma di partecipazione da parte degli Eventi sarà inviata ai candidati entro il 4 marzo 2019.