© Einar Falur Ingòlfsson 2016
Programma

La luce che ci portiamo dentro

La natura irrompe spesso insidiosa nei romanzi di Jón Kalman Stefánsson, i cui protagonisti affrontano il viaggio verso l’origine dell’esistenza alla ricerca di un senso, di un destino diverso, opponendo alle più dure costrizioni il rifiuto, nonostante tutto, di cedere alle tenebre. Storie corali che cercano risposte alle grandi domande dell’esistenza e rivelano l’eterna partita tra i limiti della realtà e le ali dell’immaginazione, capaci di farci affrontare le acque più insidiose. La vita umana è sempre una gara contro il buio dell’universo, ma il potere delle parole può dare corpo ai sogni, elevarci sopra il tempo, generare speranze.

Lingua: inglese; traduzione simultanea: tedesco/italiano

Jón Kalman Stefánsson

Jón Kalman Stefánsson, nato a Reykjavík nel 1963, è un autore islandese. Negli ultimi anni ha creato un affascinante mondo letterario unico nel suo genere in una serie di romanzi e racconti collegati tra di loro. Nel 2005 ha ricevuto il Premio islandese di letteratura per Luce d’estate: ed è subito notte, un’insolita raccolta di racconti e frammenti di testo pubblicata in italiano da Iperborea nel 2013. Ha guadagnato notorietà a livello internazionale grazie alla sua Trilogia del ragazzo, che gli è valsa numerosi premi e che include Paradiso e inferno (2011), La tristezza degli angeli (2012) e Il cuore dell’uomo (2014), tutti editi da Iperborea. Per il primo libro della dilogia seguente, I pesci non hanno gambe (Iperborea, 2015), è stato candidato al Man Booker International Prize e ha ottenuto molti riconoscimenti internazionali. Il suo ultimo romanzo è Storia di Asta (Iperborea, 2018). Prossimamente uscirà Crepitio di stelle (Iperborea), pubblicato in Islanda nel 2003.
 

Bibliografia


Opere tradotte in italiano:
Crepitio di Stelle, 2020, Iperborea
Storia di Asta, 2018, Iperborea
Grande come l’universo, 2016, Iperborea
I pesci non hanno gambe, 2015, Iperborea
Il cuore dell’uomo, 2014, Iperborea
Luce d’estate: ed è subito notte, 2013, Iperborea
La tristezza degli angeli, 2012, Iperborea
Paradiso e inferno, 2011, Iperborea

Emanuele Trevi - Moderazione

Emanuele Trevi, nato a Roma nel 1964, è critico letterario e scrittore. Collabora al Corriere della Sera e al manifesto e fa parte del comitato di redazione della rivista letteraria Nuovi Argomenti. Ha pubblicato, tra l’altro, i libri di critica Istruzioni per l’uso del lupo (Castelvecchi, 1994), Musica distante (Mondadori, 1997), Il viaggio iniziatico (Laterza, 2013); i romanzi I cani del nulla (Einaudi, 2003), Il libro della gioia perpetua (Rizzoli, 2010) e Il popolo di legno (Einaudi, 2015); i libri di viaggio L’onda del porto (Laterza, 2005) e Ontani a Bali (Humboldt Books, 2016) e le memorie Senza verso (Laterza, 2004), Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie, 2012) e Sogni e favole (Ponte alle Grazie, 2019). Il suo ultimo libro è Due vite (Neri Pozza, 2020).
 

Bibliografia


Due vite, 2020, Neri Pozza
Sogni e favole, 2019, Ponte alle Grazie
Ontani a Bali, con Giovanna Silva, 2016, Humboldt Books
Il popolo di legno, 2015, Einaudi
Karénina. Prove aperte d’infelicità, 2014, Eir
Il viaggio iniziatico, 2013, Laterza
Qualcosa di scritto. La vita quasi vera di un incontro con Pier Paolo Pasolini, 2012, Ponte alle Grazie
Il libro della gioia perpetua, 2010, Rizzoli
Letteratura e libertà, con Raffaele La Capria, 2009, Fandango Libri
Invasioni controllate, con Mario Trevi, 2007, Castelvecchi
L’onda del porto. Un sogno fatto in Asia, 2005, Laterza
Senza verso. Un’estate a Roma, 2004, Laterza
I cani del nulla. Una storia vera, 2003, Einaudi
Musica distante: meditazioni sulle virtù, 1997, Mondadori
Istruzioni per l’uso del lupo, 1994, Castelvecchi