Premio Enrico Filippini

Premio Enrico Filippini

Enrico Filippini (Locarno 1932 – Roma 1988) è stato speciale in tutto. Come ragazzo-maestro ad Ascona, come studente prodigio di filosofia, come traduttore di Husserl e poi di Benjamin, ma anche di Grass, Frisch e Dürrenmatt, come editor della Feltrinelli e poi del Saggiatore e della Bompiani. Delle sue interviste a Foucault, Barthes, García Márquez, Enzensberger, realizzate per la Repubblica, Umberto Eco ha scritto: «Non sono un esempio da copiare, sono inimitabili».
Un premio dedicato a Filippini, nella sua Ascona, vuole essere un riconoscimento per quelle iniziative e quelle figure che si segnalano nel mondo dei libri per coraggio, creatività e spirito innovativo.
Il Premio Enrico Filippini, nato da un’idea di Irene Bignardi e Paolo Mauri, va quest’anno alle Éditions d’en bas di Losanna e a Jean Richard. La laudatio sarà pronunciata da Fabio Pusterla.

Le Éditions d’en bas

Le Éditions d’en bas sono nate a Losanna nel 1976 per iniziativa del sociologo, attivista verde e politico socialista vodese Michel Glardon (1943-2003), che ha organizzato attorno alla casa editrice una fitta rete di collaboratori e di sostenitori. Da allora, anche sotto la direzione di Jean Richard, si è sviluppata una sensibilità sempre più significativa verso le culture periferiche e verso le nuove prospettive emerse nell’ambito della vita letteraria, sociale e politica. In questi ultimi decenni, le Éditions d’en bas hanno accompagnato e illustrato, attraverso diverse collane, le lotte e i movimenti sociali con una notevole produzione saggistica e documentaria di dossier storici, sociologici e politici, testimonianze e storie di vita. Senza dimenticare i titoli dei maggiori scrittori svizzeri e non solo. Di grande rilievo è lo sguardo rivolto alla narrativa e alla poesia svizzera di lingua italiana con numerose traduzioni di autori ticinesi (Alberto Nessi, Fabio Pusterla, Yari Bernasconi, Giovanni Orelli, Anna Ruchat e altri). Tutte ottime ragioni per assegnare alle Éditions d’en bas il premio intitolato a Enrico Filippini.

Tutti i premiati
 

Anno       Premiati Laudatio
2021 Jean Richard, Éditions d’en bas Fabio Pusterla
2020 Emilia Lodigiani e Pietro Biancardi, Iperborea Paolo Di Stefano
2019 Elisabetta Sgarbi, La Nave di Teseo Roberto Cotroneo
2018 Jorge Herralde Carlo Feltrinelli
2017 Romano Montroni Vito Mancuso
2016 Teresa Cremisi Benedetta Craveri
2015 Renata Colorni Claudio Magris
2014 Klaus Wagenbach Inge Feltrinelli
2013 Bernard Comment Paolo Mauri