Programma

Dove abita la felicità

Peter Holtz, il personaggio «felice» del recente romanzo di Schulze, cresciuto nella DDR a pane e marxismo, crede nei codici della Repubblica Federale di Germania con lo stesso entusiasmo con cui credeva nella Germania comunista. Il risultato inatteso dell’unificazione è che l’economia di mercato gli ha permesso di arricchirsi. La domanda che si pone è: «L’utile è ciò che è buono per qualcuno. O per tutti?». La sua risposta è inequivocabile: è buono ciò che serve a tutti. Ma questo come si concilia con il suo status di milionario? Ecco un’interrogazione radicale sui due sistemi: Socialismo e Capitalismo. Dove sta la felicità che cerca Holtz?

Lingua: tedesco; traduzione simultanea: italiano/francese

Ingo Schulze

Ingo Schulze, nato a Dresda nel 1962, è uno degli scrittori tedeschi più noti e stimati dalla critica. Dopo gli studi di filologia classica, ha lavorato come drammaturgo e redattore ad Altenburg. Dal 1993 vive a Berlino. Ha esordito nel 1995 con la raccolta di racconti 33 attimi di felicità (Mondadori, 1999), frutto di una lunga permanenza a San Pietroburgo. Il grande successo è arrivato tre anni dopo grazie a Semplici storie (Mondadori, 1998), con cui ha ottenuto il Berliner Literaturpreis. Nel 2005 con Vite Nuove (Feltrinelli, 2007), Schulze è tornato ad affrontare il tema della Germania d’oggi e della riunificazione. Nel 2006 ha vinto il Premio Peter Weiss della città di Bochum. Tra i suoi libri, tradotti in 30 lingue, ricordiamo anche Bolero Berlinese (Feltrinelli, 2008) e Peter Holtz. Autoritratto di un uomo felice (Feltrinelli, 2019). È appena uscito in Germania Die rechtschaffenen Mörder (S. Fischer, 2020).

 

Bibliografia

La bibliografia delle opere originali può essere consultata qui.

Opere tradotte in italiano:
Peter Holtz. Autoritratto di un uomo felice, 2019, Feltrinelli
Noi nella crisi, chi paga il conto?, 2017, ADV Advertising Company
I nostri bei vestiti nuovi, 2013, Feltrinelli
Arance e angeli, 2011, Feltrinelli
Il signor Agostino, 2011, Artebambini
Adam e Evelyn, 2009, Feltrinelli
Bolero berlinese, 2008, Feltrinelli
Vite nuove, 2007, Feltrinelli
33 attimi di felicità, 1999, Mondadori
Semplici storie, 1998, Mondadori

Joachim Sartorius - Moderazione

Joachim Sartorius, nato a Fürth (Baviera), oggi vive a Berlino e a Siracusa. Dal 1996 al 2000 è stato segretario generale del Goethe-Institut di Monaco e dal 2001 al 2011 è stato direttore dei Berliner Festspiele. Ha pubblicato otto raccolte di poesie – la più recente è Für nichts und wieder alles (Kiepenheuer & Witsch, 2016) – oltre ai libri di viaggi Die Prinzeninseln (mare, 2009) e Mein Zypern (mare, 2013) e ai numerosi libri nati dalla collaborazione con artisti. Inoltre, ha curato la pubblicazione dell’opera completa di Malcolm Lowry e William Carlos Williams, nonché di antologie molto apprezzate, tra cui Atlas der neuen Poesie (Rowohlt, 1995), Minima Poetica (Kiepenheuer & Witsch, 1999) e Alexandria Fata Morgana (Deutsche Verlagsanstalt, 2001). Nel 2019 è stato insignito del Premio August von Platen per la sua opera omnia. Joachim Sartorius è membro dell’Accademia tedesca per la lingua e la letteratura.