Programma

La saggezza delle radici

Tralummescuro è la luce, il chiarore che sta per diventare buio, «e di notte, alora, era scuro davera». Così ci spiega Guccini nelle prime pagine del suo ultimo libro che egli stesso definisce una ballata per un paese al tramonto. Il tema di gran parte della sua poetica di cantante e di scrittore sono le radici, l’appartenenza a Pàvana, piccolo paese tra la Toscana e l’Emilia, una specie di Macondo degli Appennini. Che cosa significa per un artista interrogare le proprie radici? Solo nostalgia per un passato che non tornerà o investimento per il futuro? Come nella canzone: le tue radici danno la saggezza? Letture di Leonardo de Colle.

Lingua: italiano

Francesco Guccini

Francesco Guccini, nato a Modena nel 1940, è un cantautore poeta e scrittore italiano. Per vent’anni, fino alla metà degli anni Ottanta, ha insegnato lingua italiana al Dickinson College di Bologna, scuola off-campus dell’Università della Pennsylvania. Ha esordito nella narrativa nel 1989 con Cròniche Epafániche (Feltrinelli) per pubblicare poi Vacca d’un cane (Feltrinelli, 1993), che insieme a Cittanòva blues (Mondadori, 2003) costituisce un trittico di romanzi autobiografici del quale Tralummescuro (Giunti, 2019) è l’ideale compimento. Da solo e in coppia con Loriano Macchiavelli ha pubblicato molti altri racconti e romanzi, che hanno avuto uno straordinario successo di pubblico. Per Bompiani nel 2018 è uscito il volume delle sue Canzoni con il commento filologico di Gabriella Fenocchio.

 

Bibliografia

La bibliografia può essere consultata qui.

Paolo Di Stefano - Moderazione

Paolo Di Stefano, nato ad Avola (Siracusa), è cresciuto a Lugano e si è laureato in filologia romanza a Pavia con Cesare Segre. Ha lavorato come giornalista al Corriere del Ticino e a la Repubblica. È stato editor per la casa editrice Einaudi e ha insegnato cultura giornalistica all’Università Statale di Milano. È stato responsabile delle pagine culturali del Corriere della Sera, di cui è ora inviato speciale. È autore di interventi critici e saggi letterari. Ha esordito come poeta nel 1990 (Minuti contati, Scheiwiller), dedicandosi poi alla narrativa con romanzi, racconti per ragazzi, reportage e inchieste. I suoi temi ricorrenti sono la famiglia, l’infanzia, l’emigrazione, nonché la memoria individuale e collettiva. Con i suoi libri ha ottenuto numerosi premi letterari, tra cui il Viareggio, il Campiello e il Bagutta. Dal 1992 risiede a Milano. Gli ultimi suoi romanzi sono: Il ragazzo di Telbana (Giunti, 2019) e Noi (Bompiani, 2020).

Leonardo de Colle

Leonardo de Colle è un attore formatosi alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano. È stato diretto e ha recitato con i maggiori maestri del teatro italiano, tra cui Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Gigi Proietti, Paolo Villaggio. È voce narrante per eventi istituzionali e culturali e per audiolibri. Insegna tecniche di recitazione e commedia dell’arte.