Programma

Una ricetta segreta

La svolta per Nino Haratischwili è arrivata con il suo terzo romanzo, L’ottava vita (per Brilka), una saga familiare di oltre 1000 pagine salutata con autentico entusiasmo dalla critica e dal pubblico. La storia, che si svolge lungo un secolo e sei generazioni sullo sfondo degli accadimenti georgiani, intreccia molteplici fili narrativi. Al centro di tutto c’è la famiglia Jashi, la cui fortuna e i cui privilegi provengono dalla ricetta di una speciale cioccolata calda tramandata da un antenato. Che cosa contiene quella ricetta miracolosa? E soprattutto che cosa rappresenta?

Lingua: tedesco; traduzione simultanea: italiano

L’autrice parteciperà al dialogo in video.

L'incontro potrà essere seguito anche in diretta streaming sul nostro sito.

Nino Haratischwili

Nino Haratischwili, nata a Tbilisi (Georgia) nel 1983, è attiva sia nel mondo del teatro, sia in quello della narrativa. Già all’età di 15 anni ha fondato un gruppo teatrale bilingue per il quale ha scritto e messo in scena varie pièces. Dal 2003 vive in Germania, dove lavora come scrittrice, drammaturga e regista teatrale. Ha scelto di scrivere in tedesco e finora ha pubblicato quattro romanzi: Juja (Verbrecher-Verlag, 2010), Mein sanfter Zwilling (Frankfurter Verlagsanstalt, 2011, in italiano: Il mio dolce gemello, Mondadori, 2013), Das achte Leben (Für Brilka) (Frankfurter Verlagsanstalt, 2014, in italiano: L’ottava vita, Marsilio, 2020) e Die Katze und der General (Frankfurter Verlagsanstalt, 2018). Per la sua opera ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il Premio letterario Anna Seghers, il Premio Bertolt Brecht e il Premio commemorativo Schiller.
 

Bibliografia


Opere tradotte in italiano:
L’ottava vita (per Brilka), 2020, Marsilio
Il mio dolce gemello, 2013, Mondadori

Joachim Sartorius - Moderazione

Joachim Sartorius, nato a Fürth (Baviera), oggi vive a Berlino e a Siracusa. Dal 1996 al 2000 è stato segretario generale del Goethe-Institut di Monaco e dal 2001 al 2011 è stato direttore dei Berliner Festspiele. Ha pubblicato otto raccolte di poesie – la più recente è Für nichts und wieder alles (Kiepenheuer & Witsch, 2016) – oltre ai libri di viaggi Die Prinzeninseln (mare, 2009) e Mein Zypern (mare, 2013) e ai numerosi libri nati dalla collaborazione con artisti. Inoltre, ha curato la pubblicazione dell’opera completa di Malcolm Lowry e William Carlos Williams, nonché di antologie molto apprezzate, tra cui Atlas der neuen Poesie (Rowohlt, 1995), Minima Poetica (Kiepenheuer & Witsch, 1999) e Alexandria Fata Morgana (Deutsche Verlagsanstalt, 2001). Nel 2019 è stato insignito del Premio August von Platen per la sua opera omnia. Joachim Sartorius è membro dell’Accademia tedesca per la lingua e la letteratura.